STROMBOLI SALITA VULCANO BACIO

24 ore sono veramente troppo poche per Stromboli ma siamo riusciti a farcele bastare per l’indispensabile. In questo articolo troverai tutti i nostri consigli per visitare questa splendida isola in poco tempo.

 

COME ARRIVARE A STROMBOLI

Il mio consiglio è andare senza macchina, se in altre isole più grandi esistono le strade asfaltate (tipo Lipari o Vulcano), qua solo stradine strettissime, pavimentate in pietra o sterrate, quindi auto totalmente inutile!

Potete imbarcarvi e arrivare dai porti di Milazzo, Messina e Vibo Valentia. Il sito di riferimento è Libertylines.

 

DOVE DORMIRE A STROMBOLI

Noi abbiamo dormito all’Hotel Ossidiana, che ha sicuramente una posizione invidiabile perché si trova a 10 metri dal porto dove attracca l’aliscafo, ma il rapporto qualità prezzo non ci ha proprio soddisfatti. Mi avevano consigliato anche l’Hotel La Sirenetta, alla fine del lungomare ma che offre un servizio navetta gratuito dal porto, non economico ma se tornerò credo proprio di voler soggiornare lì.

 

COSA FARE E COSA VEDERE A STROMBOLI

Il nostro programma era di fare il tour di 2 ore in barca con tre soste (Ginostra, Sciara e Strombolicchio) in mattinata subito dopo essere sbarcati, poi l’escursione al vulcano nel tardo pomeriggio. Purtroppo tenete sempre in conto del ritardo anche di 1-2 ore che gli aliscafi a volte hanno. Noi infatti alla fine abbiamo dovuto quasi unire le 2 escursioni nel pomeriggio a causa di un ritardo.

Abbiamo pranzato con granita, brioche e il bellissimo panorama su Strombolicchio della terrazza del Ritrovo Ingrid e poi riposato in hotel. Il bar prende il nome dalla Bergman che interpretò Stromboli, terra di Dio, interamente qui girato nel 1950.

 

STROMBOLI RITROVO INGRID STROMBOLICCHIO
PANORAMA SU STROMBOLICCHIO AL RITROVO INGRID
STROMBOLI RITROVO INGRID GRANITA GELSI
GRANITA AI GELSI DEL RITROVO INGRID

 

Siamo partiti alle 15 con Pippo, un simpatico marinaio che ha resa veramente piacevole la nostra escursione. Potete trovare due punti informazioni Pippo Navigazione Stromboli, uno al porto e un altro alla fine del lungomare.

 

STROMBOLI ESCURSIONE BARCA FELICE
ESCURSIONE IN BARCA A STROMBOLI

 

A Ginostra siamo scesi solo per venti minuti e abbiamo potuto dare solo una veloce occhiata ma il mio consiglio sarebbe quello di dormire due notti sull’isola in maniera da poter venire qui un pomeriggio per fare l’aperitivo e cenare passeggiando per il piccolo borgo in tranquillità.

 

STROMBOLI GINOSTRA PANORAMA
IL PANORAMA DA GINOSTRA
STROMBOLI GINOSTRA PANORAMA
IL PANORAMA DA GINOSTRA

 

Dopodichè sosta bagno sotto la Sciara, cioè il lato del vulcano da cui scendono fino al mare le pietre e la cenere eruttate ogni 10-20 minuti da “Iddu”, come affettuosamente gli isolani chiamano il vulcano, che in dialetto siciliano significa “Lui”.

 

STROMBOLI SOTTO LA SCIARA BAGNO
BAGNO SOTTO LA SCIARA DI STROMBOLI

 

Qui il fondale è profondissimo, circa 600/700 metri, il colore è blu cobalto e l’acqua è a tratti calda e a tratti fredda. Immergersi in questo mare con Iddu che erutta è un’esperienza più unica che rara. Non abbiate paura, come ce l’avevo io, e buttatevi, anch’io alla fine ho vinto la mia Batofobia, cioè paura della profondità!

Ultima fermata Strombolicchio, che rappresenta il punto più settentrionale della Sicilia! Un antico vulcano sulla cui superficie rugosa sono decine le figure immaginarie che si possono scorgere. In cima c’è un faro e si potrebbe anche salire con delle scalette. Noi abbiamo preferito non bagnarci, per non rischiare con le meduse e prepararci mentalmente alla prossima avventura.

 

STROMBOLI STROMBOLICCHIO PANORAMA
VEDUTA SU STROMBOLICCHIO DA STROMBOLI

 

Il tour termina alle 17 ma già alle 18 dopo una veloce doccia, dismessi i costumi da bagno ci siamo equipaggiati per il trekking (più che altro essenziali sono scarpe da trekking, torce elettriche e giubbotto antivento, che serve fidatevi anche se stai partendo con 50 gradi all’ombra!!!)

 

LA NOSTRA SALITA SUL VULCANO STROMBOLI

Abbiamo Iniziato il percorso che ci porta inizialmente alla fine del lungomare (20 minuti), poi siamo saliti per una stradina che si inerpica prima tra le casette in calce bianca (20 minuti), poi per i tornanti in salita (30 minuti) arrivando all’Osservatorio.

Si tratta di un ristorante super suggestivo, dove si può cenare e comodamente ammirare le esplosioni stromboliane, vi consiglio di prenotare, anche 10 giorni prima in alta stagione, e cenare per le 22.

Si continua la salita per altri 40 minuti, fino ad arrivare a circa 300 metri di quota.

Mentre salivamo, a metà percorso, durante una pausa, scopro su wikipedia che Stromboli è la porta di uscita del percorso sotto terra immaginato da Jules Verne nel suo “Viaggio al centro della terra”, ma la cosa pazzesca è che la porta d’entrata è il monte Snaelfell, in Islanda. dove eravamo stati un anno esatto prima!!! Io felicissima!!! Basta poco :-)))

Se vuoi conoscere il nostro itinerario ad anello in Islanda puoi leggere UNA SETTIMANA IN ISLANDA ON THE ROAD: ITINERARIO E COSTI.

 

STROMBOLI SALITA VULCANO PANORAMA
IO CHE PENSO A JULES VERNE E AL SUO VIAGGIO AL CENTRO DELLA TERRA

 

ISLANDA MONTE SNAELFELL GHIACCIAIO SNAELFELLSJOKULL PENISOLA SNAELFELLSNES
IL MONTE SNAELFELL E IL GHIACCIAIO SNAELFELLSJOKULL NELLA PENISOLA SNAELFELLSNES IN ISLANDA

 

Devo dire che anche per chi non è un esperto di trekking, come noi, la salita è fattibile, il caldo rende le cose un po’ più dure ma contate che noi siamo andati ad Agosto! Inoltre molti tratti sono all’ombra, se la paragono alla salita di Vulcano (CLICCA QUI se vuoi sapere del nostro itinerario sull’isola di Vulcano), questa di Stromboli risulta più lunga ma meno ripida e meno sotto il solleone!

In tutto la salita dura circa 2 ore, comprese delle piccole soste acqua e foto, quindi giusto in tempo per il tramonto, che si ammira di fronte al vulcano, il punto d’osservazione infatti dà una vista laterale alla bocca del vulcano, alla sciara e infine giù al mare, bellissimo!

 

STROMBOLI SALITA VULCANO BACIO
BACIO SUL VULCANO DI STROMBOLI
STROMBOLI SCIARA TRAMONTO PANORAMA
PANORAMA DELLA SCIARA DI STROMBOLI AL TRAMONTO

 

Pian piano arrivano altri escursionisti e nel silenzio, osserviamo Iddu che si mostra in tutta la sua forza ogni 10-15 minuti circa. Inizialmente con la luce del tramonto si vede solo fumo, ma pian piano che imbrunisce le eruzioni diventano sempre più colorate fino a diventare rosso aranciate, potendo scorgere anche le pietre infuocate rotolare giù per la sciara.

Le escursioni in cima sono vietate dall’anno scorso, quindi questo è il massimo che si può fare per avvicinarsi a Iddu. Se vi chiedete sia meglio vederlo così o in barca, da qui l’eruzione è molto più vicina e suggestiva, ma anche il bagno sotto la sciara è imperdibile.

Alle 21.15 iniziamo la discesa per arrivare dopo 25 minuti circa all’Osservatorio, qui ceniamo abbastanza bene con un primo di pasta all’Eoliana e una buona pizza. E’ un bel modo per salutare Stromboli, anche se vi avverto, non barate andando solo a cenare, da qui le eruzioni si vedono ma non bene come dal punto più alto!!!

L’Osservatorio offre il servizio navetta (credo gratuito) per tornare al paese, noi per la confusione di gente che c’era, nonostante fosse quasi mezzanotte, abbiamo optato per una romantica ma buia discesa sotto le stelle a piedi. Assolutamente indispensabili le torce o al massimo la luce/torcia del celulare.

Torneremo a Stromboli? Assolutamente si!

Magari fra qualche anno, per portare anche nostro figlio estendendo l’itinerario non restando solo 24 ore come noi ma far così:

STROMBOLI ITINERARIO DI DUE GIORNI

PRIMO GIORNO:

  • arrivo in mattinata
  • sistemazione in hotel
  • pranzo
  • bagno spiaggia Ficogrande
  • escursione a Ginostra al tramonto con aperitivo e cena

SECONDO GIORNO:

  • tour per bagno sotto la sciara e Strombolicchio
  • pranzo
  • alle 17/18 partire per scalare il vulcano
  • alle 19/20 arrivo e sosta per almeno un oretta
  • 21/21 cena all’Osservatorio per dare l’arrivederci a Iddu

TERZO GIORNO:

  • Partenza, non è possibile infatti lasciare l’isola di sera tardi che io sappia

 

Piaciuta la nostra esperienza a Stromboli? Fammelo sapere nei commenti!


Seguimi se ti va su Instagram come EOS.DISCOVERY dove posto a tempo reale il mio girovagare per il mondo!

Ciao viaggiatori, alla prossima!

EOSDISCOVERY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *