ISLANDA CASCATA SELJALANDFOSS LUNGO RING ROAD

L’Islanda è il paese delle cascate, se ne trovano di tutti i tipi lungo la Ring Road. Non c’è rischio di annoiarsi vedendone tante, perchè ognuna è diversa dall’altra.

Belle ed emozionanti, c’è quella impetuosa che scarica centinaia di metri cubi d’acqua al secondo, quella che compie salti di 30 metri, quella delicata e piccolina ma incorniciata da colonne di basalto.

 

Ho preparato questo viaggio minuziosamente da Ottobre 2018 per partire a Luglio 2019.
Traendo spunti dalle esperienze di altri viaggiatori ho costruito il percorso piano piano, tappa per tappa, ho letto vari libri e guide e credevo di saperne troppo per poter rimanere stupita e incredula, cosa invece poi successa!
L’Islanda va oltre l’immaginazione, non servono foto né video, bisogna viverla, camminare, guidare tra le verdi montagne, bagnarsi nelle sue cascate, osservare i suoi abitanti solo per intuire la grandezza di questo posto.
La Ring Road, la strada che ad anello percorre tutta l’isola, passa accanto ai siti più famosi.
Gli islandesi, nel pieno rispetto della natura, hanno fatto si da rendere accessibile la maggior parte delle loro meraviglie anche a chi come noi non è un provetto esploratore.
Tutti i siti sono ben tenuti e resi sicuri, anche in condizioni meteo non perfette, dato che la pioggia e la nebbia qui fanno da padroni e il sole si fa vedere timidamente per non più di 10 minuti consecutivi (e siamo andati in estate!!!).
ISLANDA CASCATA THINGVELLIR LUNGO RING ROAD
IL PARCO DI THINGHVELLIR, COME TUTTO EBBE INIZIO

LE CASCATE PIU’ BELLE D’ISLANDA LUNGO LA RING ROAD: OXARAFOSS

Meglio vederla subito, perchè è così piccolina che fa tenerezza rispetto alle sorelle più grandi e imponenti che ti lasciano senza fiato. Si trova all’interno del Þingvellir (Thingvellir) National Park, il punto più importante di interesse storico-culturale di tutta la nazione. ALTEZZA 20 METRI
ISLANDA CASCATA OXARAFOSS LUNGO RING ROAD
LA PICCOLINA CASCATA DI OXARAFOSS

 

 

LE CASCATE PIU’ BELLE D’ISLANDA LUNGO LA RING ROAD: GULLFOSS

E’ conosciuta come la Cascata Dorata, qui le cose iniziano a farsi moooolto serie! Questa cascata fa parte assieme al Þingvellir e i vicini geyser (Geysir e Strokkur) del cosiddetto Cerchio d’Oro. Un itinerario di un giorno fattibile per chi soggiorna nella vicina capitale Reykjavìk. Gulfoss è una di quelle cascate arrabbiate e impetuose ma che in una giornata di sole disegna un arcobaleno con le goccioline d’acqua generate dalla sua furia. ALTEZZA 32 METRI

 

ISLANDA CASCATA GULLFOSS LUNGO RING ROAD
GULLFOSS, LA CASCATA DORATA

 

LE CASCATE PIU’ BELLE D’ISLANDA LUNGO LA RING ROAD: SELJALANDFOSS

Chiamata la Cascata Liquida, è quella che puoi guardare da più vicino e girarci intorno a 360° perché c’è una stradina che ti porta proprio dietro e quando la vedi da lontano non puoi dimenticarla più! Sembra di essere in un’altra dimensione, un mondo fantasy sognato da Tolkien o George Martin. ALTEZZA 60 METRI
ISLANDA CASCATA SELJALANDFOSS LUNGO RING ROAD
SELJALANDFOSS, LA CASCATA LIQUIDA
ISLANDA CASCATA SELJALANDFOSS LUNGO RING ROAD
SOTTO SELJALANDFOSS

 

LE CASCATE PIU’ BELLE D’ISLANDA LUNGO LA RING ROAD: GLJUFRABUI

GLJUFRABUI o GLJUFRAFOSS, è la Cascata che vive nel canyon ed è stata un’autentica sorpresa, perchè non era nel mio dettagliatissimo itinerario! Prima di scendere dalla macchina, arrivati a Seljalandfoss, avevo distrattamente letto nella guida che in realtà lì si trovavano 2 cascate, a poche centinaia di metri l’una dall’altra. Il tempo era poco e dopo aver visto la prima stavamo per andarcene, anche perchè il 90% della gente andava via e proseguiva per la Ring Road. Per fortuna la curiosità ci ha spinti a fare quella breve passeggiata fino a quella che ad un primo sguardo sembrava una spaccatura della montagna per nulla particolare. Per la seconda volta stavamo per andar via, quando dalla spaccatura uscirono una coppia di (rarissimi) italiani. Col sorriso ci dissero: “Entrate, ne vale la pena!”.

Eccome se la valeva!!! Dopo una ventina di metri si è aperto davanti a noi uno scenario, che dire da fiaba è poco, credo il momento più bello di tutto il viaggio. Si tratta di un piccolo canyon chiuso da 3 lati e di fronte all’unico passaggio, scende una piccola ma altissima cascata. La luce è la cosa più surreale, perchè viene dall’alto ma è come se si impernia del verde muschioso delle pareti di pietra, e l’aria è umida e fresca. C’è una roccia tondeggiante, davanti la cascata, ci si può salire e sentirsi al centro di questo posto fantastico. ALTEZZA 40 METRI

ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE.

 

ISLANDA CASCATA GLJULFRABUI GLJULFRAFOSS LUNGO RING ROAD
GLJULFRABUI (O GLJULFRAFOSS), LA ROMANTICA

LE CASCATE PIU’ BELLE D’ISLANDA LUNGO LA RING ROAD: SKOGAFOSS

Ai fan di GOT questo posto parrà familiare, perchè qui Jon e Daenerys hanno vissuto una delle scene più romantiche della loro vita seriale-telefilmica. In questa cascata puoi letteralmente entrarci o quasi, perchè puoi avvicinarti proprio alla base lasciandoti avvolgere da una nebbiolina d’acqua che ti inzuppa a meno che tu non sia correttamente equipaggiato con giacca e pantaloni impermeabili. C’è una scalinata laterale che permette di vedere la cascata dall’alto, ma col senno di poi mi sarei risparmiata la fatica perchè, secondo me, è molto più bella vederla dal basso. ALTEZZA 60 METRI

 

ISLANDA CASCATA SKOGAFOSS LUNGO RING ROAD
COME IMMERGERSI NELLA CASCATA SKOGAFOSS
Queste prime 5 cascate sono tutte ubicate nel Sud dell’isola, lungo la Ring Road.
Le ultime 2 si trovano invece a Nord.
Inutile dire che ce ne sono tantissime altre, che non abbiamo visitato per 2 motivi: mancanza di tempo e difficoltà nel raggiungerle, molte si trovano infatti nella parte centrale dell’isola dove le strade sono per lo più sterrate e bisognerebbe avere dei mezzi adeguati, oltre che in certi casi delle guide altrettanto adeguate.
Dopo aver attraversato i fiordi orientali arriviamo nel Nord dell’isola, lasciamo pianure e montagne verdeggianti e troviamo lande deserte e brulle, a metà tra un paesaggio lunare e un deserto roccioso.

 

LE CASCATE PIU’ BELLE D’ISLANDA LUNGO LA RING ROAD: DETTIFOSS

Dettifoss è la più grande cascata d’Europa. Il parcheggio è distante 20 minuti e il sentiero si inoltra verso una valle di pietra. Noi quando siamo arrivati eravamo molto perplessi se proseguire perchè c’era una nebbia fine che ci faceva dubitare se eravamo nel posto giusto. Il rombo fragorosissimo della cascata abbiamo iniziato a sentirlo pian piano. Erano le 7 di sera e non c’era quasi nessuno, ma la luce, nebbiosa e grigiastra, non mancava perchè in estate in Islanda non è mai buio. ALTEZZA 44 METRI
ISLANDA CASCATA DETTIFOSS LUNGO RING ROAD
L’IMPETUOSA CASCATA DETTIFOSS

LE CASCATE PIU’ BELLE D’ISLANDA LUNGO LA RING ROAD: GODAFOSS

Godafoss, chiamate le cascate degli Dei, fanno un salto di “soli” 12 metri, ma la loro disposizione, intervallate da rocce ricoperte di muschio e vegetazione di una sfumatura di verde che solo l’Europa del Nord può vantare, regala uno scenario elfico e magico. Sarei stata lì, su quella roccia, a rimirarle per ore godendo del loro suono fatato. Se gli elfi hanno una casa non può essere lontana da Godafoss! ALTEZZA 12 METRI

ISLANDA CASCATA GODAFOSS LUNGO RING ROAD
GODAFOSS, LA CASCATA DEGLI DEI

 

L’Islanda conta più di 10.000 cascate, queste sono solo quelle più facilmente accessibili e belle della Ring Road, non sarebbero mai potuti bastare gli scarsi 8 giorni del nostro on the road. Ecco perchè tornare è uno dei nostri grandi desideri! Abbiamo discretamente girato il mondo, ma l’Islanda è al primo posto tra i Paesi che vorrei visitare una seconda volta! E le cascate sono solo uno dei motivi, c’è dietro tanto altro ancora!

Visitare l’Islanda è uno dei tuoi sogni nel cassetto? Ma non sai da dove iniziare per organizzare il viaggio senza affidarti per forza ad un’agenzia? Ti suggerisco di dare un’occhiata al mio articolo:

UNA SETTIMANA IN ISLANDA ON THE ROAD: ITINERARIO E COSTI

Ecco una lista dei posti in cui abbiamo dormito e in cui siamo trovati benissimo:

  • Guesthouse Carina a Vik, perfetta se si vuole visitare il sud dell’Islanda perchè insieme ad Hofn, sono i due punti più importanti dove fare base.
  • Guesthouse Dyngja a Hofn, a metà tra il sud e l’inizio dei fiordi orientali, un mini centro abitato su di una mini penisola che si affaccia sull’oceano Atlantico del Nord.
  • Ravencliff Lodge, se volete provare l’ebrezza di dormire nella campagna islandese, lontani da tutto e da tutti tra le caprette e i cavalli, che circondano (letteralmente!… vedi il mio album di storie su Instagram EOS.DISCOVERY se non ci credi!) un piccolissimo cottage attrezzato di tutto ciò che serve, beh dovete per forza venire qui! Attenzione solo alle strade sterrate, guidate con attenzione!
  • Cottage a Laugar, è un comodissimo e carinissimo cottage attrezzato di tutto, situato in una zona nevralgica per visitare il Nord, vicino al lago Myvatn, Godafoss e Husavik. Noi abbiamo trascorso qui 2 notti.

 

Ti ho incuriosito con i miei racconti per visitare questa splendida isola? Ti aspetto nei commenti!


Seguimi se ti va su Instagram come eos.discovery, dove posto a tempo reale il nostro girovagare per il mondo!

Ciao viaggiatori, alla prossima!

Eosdiscovery

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *