ALGHERO DINTORNI COSA VEDERE BASTIONI

Alghero sprizza estate da ogni angolo, un lungomare di bastioni aranciati baciati dal sole, il suo centro storico medioevale dal sapore soffusamente iberico, spiagge pulitissime bordate sempre da pinete ombreggianti e d’intorni interessantissimi che non basterebbe un mese per visitarli. Noi avevamo solo 3 giorni e ti parlo in questo articolo di cosa abbiamo ritenuto indispensabile visitare.

 

NOTA BENE

Prima di iniziare il mio racconto ti segnalo che nel mio account Instagram Eos.Discovery, troverai 3 album di Storie in Evidenza chiamate Sardegna 1/2/3, in cui potrai visionare tutto quello di cui parlo, compresi i piatti che abbiamo gustato, soprattutto quelli tipici sardi.

INSTAGRAM EOSDISCOVERY SARDEGNA
CLICCA SULLA FOTO PER ANDARE DIRETTAMENTE AL MIO PROFILO INSTAGRAM

 

Sai che Alghero fu il primo centro turistico sardo? Ancor prima della Maddalena e della costa Smeralda?

 

ALGHERO E DINTORNI IN 3 GIORNI: COSA VEDERE

Primissima e imprescindibile cosa da visitare in questa splendida città sono i Bastioni Catalani, che al tramonto si vestono della loro luce migliore. Partendo dalla Torre di Sulis, prosegui poi per i Bastioni Cristoforo Colombo, la Torre di San Giacomo li separa dai Bastioni Marco Polo, infine incontrerai le Torri della Polveriera e di Sant’Elmo chiudendo con i Bastioni Magellano e la Porta a Mare.

Sali in cima al Campanile della Cattedrale di Santa Maria in via Carlo Alberto e visita la più bella delle chiese di Alghero, la gotica Chiesa di San Francesco.

Prendi la macchina e immergiti nella natura del Parco Naturale di Porto Conte, solo macchia mediterranea e costa rocciosa intorno a te, poi scendi verso sud e scorpi Bosa, il borgo colorato e imperdibile della costa ovest della Sardegna. Ecco i miei consigli:

ALGHERO E DINTORNI IN 3 GIORNI: GROTTA DI NETTUNO

Noi col bambino piccolo non ce la siamo sentiti di scendere i 654 gradini de la Escala del Cabirol per questa fiabesca avventura sotterranea, non abbiamo nemmeno avuto il tempo per adattarci agli orari dei traghetti che da Alghero portano direttamente all’ingresso della Grotta, ma da quanto ho letto deve essere bellissimo e ti consiglio quindi l’esperienza. C’è anche un autobus che da Via Catalogna porta direttamente alla scalinata per la Grotta di Nettuno.

ALGHERO E DINTORNI IN 3 GIORNI: TRAMONTO CAPO CACCIA

Qualche centinaio di metri prima della fine della strada che conduce alla Grotta, sulla sinistra parcheggia a lato della strada e ai piedi di una scogliera. Ti avverto che nemmeno questa è un’attività per i bimbi! Noi siamo riusciti solo perchè l’auto, sempre a vista, è vicinissima (pochi metri) a dove si vede il paesaggio. Quindi a turno ci siamo seduti sugli scogli da cui si scorge Isola Foradada circondata dal mare ondoso mentre il sole scende sul mare. Poi qualche minuto per una foto ricordo ma il bimbo è rimasto al sicuro in macchina.

 

ALGHERO DINTORNI COSA VEDERE CAPO CACCIA
L’INDIMENTICABILE TRAMONTO A CAPO CACCIA

 

ALGHERO E DINTORNI IN 3 GIORNI: BOSA

Da inguaribile amante dei colori e dei luoghi colorati (sottolineo ben prima dell’avvento di Instagram!!!) non potevo non visitare Bosa. Questo borgo, tra i Più Belli d’Italia, affacciato alla costa ovest della Sardegna, assomiglia ad un sacchettino pieno di caramelle colorate.
Le sue casine infatti, alcune sul lungofiume, altre abbarbicate le une alle altre su di un colle in cui troneggia il castello Malaspina, sono tutte colorate e squadrate.
Ti consiglio una passeggiata anche sul Corso Vittorio Emanuele, qui si respira un’aria vintage d’altri tempi, e poi una cena a Bosa Marina con aperitivo in riva al mare a Il Localino. Qui abbiamo assaggiato due piatti tipici, la Fregola (pasta di grano duro a pallini piccoli, tipo cous cous ) ai frutti di mare e un dolce sardo, la Seadas, tortello fritto ripieno di formaggio e guarnito di miele. 

Anche la strada da Alghero a Bosa è di un panorama che sa di poesia, fermati quando puoi per ammirare le montagne verdi e il mare che si infrange sulle scogliere.

 

ALGHERO DINTORNI COSA VEDERE BOSA
IL ROMANTICO LUNGOFIUME DI BOSA CON LE SUE CASETTE COLORATE
ALGHERO DINTORNI COSA VEDERE BOSA
L’ATMOSFERA UN PO’ VINTAGE DEL BORGO DI BOSA

 

ALGHERO E DINTORNI IN 3 GIORNI: CASTELSARDO

Ti segnalo anche quest’altro famosissimo borgo, distante da Alghero un oretta. Noi non siamo riusciti ma avevamo anche un bimbo piccolo che dettava i tempi. Io l’avrei visitata nel pomeriggio dopo la mattinata a Stintino, potrebbe essere un’idea!

ALGHERO E DINTORNI IN 3 GIORNI: QUALI SPIAGGE

Se vuoi andare in spiaggia ma non vuoi allontanarti troppo dalla città e hai poco tempo, vai alla spiaggia di Maria Pia e parcheggia in fondo, ci sono grandi parcheggi gratuiti e comode passerelle sotto le pinete munite di fontanelle per sciacquare i piedi. Trovi sia lidi che spiaggia libera e un mare, che per essere a due passi dalla città, è interessantissimo.

Poi se vuoi visitare spiagge e mare più “da cartolina” spostati innanzitutto verso nord e prenota il tuo posto per La Pelosa di Stintino. Inutile dirti che essendo forse la spiaggia più famosa della Sardegna è super affollata anche con gli ingressi contingentati, quindi ti consiglio di scegliere un periodo di bassa stagione per visitarla.

 

ALGHERO DINTORNI COSA VEDERE STINTINO
LA LIMPIDEZZA DELLA SPIAGGIA LA PELOSA DI STINTINO

 

Ecco l’elenco delle altre spiagge più belle nei dintorni di Alghero:

  • Le Bombarde
  • Lazzareto
  • Mugoni
  • Rena Maiori
  • Argentiera
  • Tramariglio
  • Maristella

TIP UTILE!!!

Non lasciarti sfuggire una giornata alla spiaggia di Mugoni! Se vieni da Alghero, supera la prima uscita per Mugoni e prosegui per qualche km, troverai una seconda uscita verso sinistra con l’indicazione per uno stabilimento di cui ora non ricordo il nome. Ma quando raggiungi il parcheggio vedrai il cartello STALLA BEACH e saprai di essere nel posto giusto!
A piedi prosegui per qualche decina di metri e ti troverai in una parte di spiaggia libera poco frequentata proprio di fronte al panoramico Capo Caccia.
A noi è piaciuta tantissimo questa spiaggia, tranquilla e selvaggia, con fondale sabbioso e di media profondità.

 

 

ALGHERO DINTORNI COSA VEDERE MUGONI
LA SELVAGGIA E PANORAMICISSIMA SPIAGGIA DI MUGONI

 

ALGHERO E DINTORNI IN 3 GIORNI: DOVE MANGIARE

Intanto ti consiglio dopo una passeggiata sui bellissimi bastioni un aperitivo all’ombra al Cafè Latino, qui i cocktail sono strabuoni!

 

ALGHERO DINTORNI COSA VEDERE CAFE LATINO
I GUSTOSISSIMI COCKTAILS DEL CAFE’ LATINO

 

La maggior parte dei locali si trova o sui bastioni o nel centro storico. Tra i piatti tipici c’è l’aragosta alla catalana (però ti consiglio vivamente prima di ordinare di chiedere il peso totale dell’aragosta per capire quanto sarà salato il conto, si arriva a 70-80 euro a porzione!!!). Noi siamo andati al Pesce d’Oro, poco fuori le mura ma comunque a due passi dal centro storico, abbiamo mangiato benissimo linguine all’aragosta e spaghetti all’algherese.

Se vuoi vivere l’esperienza di gusto di un agriturismo sardo, allora vai da Sa Mandra, assolutamente straconsigliato ovunque sul web e da chiunque incontri se sei dalle parti di Alghero. Un’istituzione, anche fra i locals, per i prodotti tipici di terra è denominato agriturismo perchè produce ciò che cucina ma è molto molto di più! I tavoli sono posizionati sia in angoli di giardino perfettamente curati, sia all’interno di grandi sale con i tetti in legno elegantemente arredati con mobili e oggetti sardi antichi. Il menù è fisso, costo 45 euro a persona, un pò caro ma vale assolutamente se si vuole vivere l’esperienza di immersione culinaria dei prodotti tipici di terra sarda. Antipasti di formaggi e salumi di loro produzione, due primi, due secondi e piatto con vari assaggi di dolci. Non è possibile non andare a mio parere!

 

ALGHERO DINTORNI COSA VEDERE SA MANDRA MUSEO
IL CURATISSIMO MUSEO DI SA MANDRA
ALGHERO DINTORNI COSA VEDERE SA MANDRA
L’ARREDAMENTO SQUISITAMENTE SARDO DI SA MANDRA

 

ALGHERO E DINTORNI IN 3 GIORNI: DOVE DORMIRE

Un’ottima soluzione per noi è stato l’HOTEL ANGEDRAS, in una zona residenziale di Alghero, questo hotel è comodissimo anche per uscire a piedi con una passeggiata di una decina di minuti verso il centro storico. Piccolino, con una terrazza in cui fare la colazione, personale alla reception gentilissimo e pronto ad ogni evenienza. Si parcheggia gratuitamente fuori, noi abbiamo sempre trovato posto quasi subito. Ottimo rapporto qualità/prezzo: 120 euro a notte per una tripla (a metà Luglio).

ALGHERO E DINTORNI IN 3 GIORNI: COME ARRIVARE

IN AEREO: L’aeroporto di Alghero “Riviera del Corallo” si trova a soli 10 km dal centro, qui puoi noleggiare l’auto oppure puoi arrivare al centro con un transfer che ti porterà direttamente in hotel, puoi prenotarlo cliccando QUI

IN AUTOBUS: La stazione dei bus si trova presso i Giardini Pubblici con una piccola biglietteria in Via Catalogna. Le compagnie con cui viaggiare sono ARST, Logudoro Tours e Redentours.

IN AUTO+TRAGHETTO: noi abbiamo optato per questa soluzione. Con Tirrenia, imbarcandoci a Civitavecchia alle 23, viaggiando di notte in cabina e sbarcando ad Olbia. Abbiamo prenotato con l’opportunità di poter cambiare gratuitamente le date spostandole anche di un anno solare e partire in estate 2022 se la situazione Covid ci avesse ostacolato. COSTO: 350 euro, con macchina, 3 passeggeri e cabina con oblò a/r. Poi da lì in meno di 2 ore siamo arrivati ad Alghero prendendo prima la E840 e poi varie SS seguendo le indicazioni prima per Sassari e poi per Alghero.


Il nostro viaggio in Sardegna non termina naturalmente qui, infatti procediamo prima a sud per il Sinis e poi ad est verso Orosei, leggi del nostro itinerario in questo articolo:


Inoltre se sei interessato ad altri itinerari in cui mare e cultura si intrecciano indissolubilmente ti consiglio di leggere:


Seguimi se ti va su Instagram come EOS.DISCOVERY dove posto a tempo reale il mio girovagare per il mondo! Ciao viaggiatori, alla prossima!

Eosdiscovery

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *