AUSCHWITZ BIRKENAU BINARI TRENO

Nei dintorni di Cracovia ci sono due mete molto famose, in questo articolo ti parlo delle Miniere di Sale e del Memoriale di Auschwitz.

Inoltre ti faccio la lista delle cose che mi sono piaciute di più e di quelle che mi hanno un pò deluso di tutta la mia esperienza a Cracovia e d’intorni.

 

Ti ho già parlato in LA CRACOVIA CHE NON TI ASPETTI: COSA VEDERE E COSA MANGIARE NELLA BELLA CITTA’ POLACCA  di tutto quello che abbiamo visto io e la mia grande amica in arte @fiona_tale, consigliandoti cosa vedere, cosa mangiare e tanto altro.

Stavolta ti parlo di cosa assolutamente (o quasi, poi capirai) c’è da visitare nei dintorni di Cracovia.

Se hai intenzione di visitare questa splendida città potresti prenotare direttamente da qui:

Booking.com

 

DINTORNI DI CRACOVIA: LE MINIERE DI SALE, COME ARRIVARE E COME COMPRARE I BIGLIETTI

Ci dirigiamo verso la Galleria Krakowska, un grande centro commerciale, dove in una traversina, via Pawia, prendiamo il bus 304 che ci portera’ direttamente alle miniere di sale, distanza 40 minuti circa, costo 2 euro circa.

Attenzione: si tratta di un bus urbano, non c’entra con la stazione dei bus dietro alla Galleria, quella vi servirà per Auschwitz.

Ho prenotato circa 2 mesi prima il tour in italiano on line direttamente sul Sito Ufficiale delle Miniere, costo di circa 20 euro.

Il percorso dura 3 ore, si scende da delle scalinate, alla fine si sale con un ascensore, si cammina per qualche km sottoterra.

Sinceramente? Mi aspettavo di piu’!

Pensavo di vedere qualcosa che avesse molto piu’ a che fare con la natura che con l’opera dell’uomo, invece per la maggior parte il percorso turistico si snoda tra statue di sale di visitatori illustri, luoghi di preghiera, alcuni molto molto belli e ricostruzioni di scene del passato della vita degli operai. Probabilmente ci sono percorsi più naturalistici che durano di più, ma senza la guida in italiano. Peccato!

 

CRACOVIA MINIERE SALE RE CASIMIRO
IL RE CASIMIRO, FONDATORE DELLA PRIMA UNIVERSITA’ POLACCA CON I PROVENTI DELLE MINIERE DI SALE
CRACOVIA MINIERE SALE COPERNICO
STATUA DI SALE DI COPERNICO
CRACOVIA MINIERE SALE CAPPELLA SANTA EDVIGE
LA CAPPELLA DI SANTA EDWIGE ALLE MINIERE DI SALE
CRACOVIA MINIERE SALE CAPPELLA LAMPADARIO CRISTALLI
IL LAMPADARIO DI CRISTALLI DI SALE

 

DINTORNI DI CRACOVIA: IL CAMPO DI CONCENTRAMENTO DI AUSCHWITZ, COME ARRIVARE  E COME COMPRARE IL BIGLIETTO

Un’esperienza che non si puo’ ignorare se si viene a Cracovia è la visita al Memoriale di Auschwitznon andare mi sarebbe parso una mancanza di rispetto verso l’olocausto.

Prendiamo il bus per Auschwitz, stavolta alla stazione dei bus dietro la Galleria Krakowska. Bisogna comprare il biglietto per Oswiecim, costo 7 euro circa, durata del percorso un ora e mezza.

Per quanto riguarda la visita al Memoriale anche in questo caso ho acquistato il biglietto sul Sito Ufficiale, circa 12 euro. 

NOTA BENE: entrare ad Auschwitz è gratuito, ma si paga per fare la visita guidata, che ti consiglio fortemente per avere un’esperienza molto più forte e autentica di ciò che è realmente accaduto al campo, cruda e vera, lontana dalla patina che invariabilmente ci mostrano i film o i libri di scuola.

I tour in italiano sono pochissimi, ne fanno 1-2 al giorno e nemmeno tutti i giorni, bisogna prenotare con 1-2 mesi in anticipo.

Il percorso dura circa 3 ore e ci si sposta nella parte finale verso il campo di Birkenau con delle navette apposite.

 

AUSCHWITZ ENTRATA LAVORO RENDE LIBERI AUSCHWITZ FILO SPINATO AUSCHWITZ FOTO BAMBINI AUSCHWITZ SCARPE PRIGIONIERI AUSCHWITZ CREMA NIVEA

 

Michele la nostra guida ci ha detto molte cose interessanti e per nulla scontate.
Una fra tutte voglio ripeterla qui: “Dobbiamo capire i segni per essere in grado di riconoscere e fermare un nuovo Olocausto, e non è detto che non stia già accadendo ora proprio sotto i nostri occhi!”

Non importa quanti film o documentari dell’Olocausto si siano visti né quanti numeri e nozioni si sappiano sull’argomento.

Non importa se nella testa si ha la consapevolezza che “ciò che è successo non si dovrà più ripetere”. Almeno una volta nella vita bisogna visitare il memoriale di Auschwitz.

È facile che la memoria svanisca, che le foto sbiadiscano, che i concetti molto chiari in testa si modifichino pian piano per le cose che ci accadono nella vita, per le cose che ci vengono dette e ripetute.

I luoghi chiamati memoriali dunque non sono inutili, sono dighe che cercano di arginare la follia umana, quella pazzia che insita in ognuno di noi, quel lato oscuro che quando insorge alcuni di noi sanno domare altri no.

 

AUSCHWITZ BIRKENAU BINARI TRENO

AUSCHWITZ BANDIERA DEPORTATO
LA BANDIERA DEL DEPORTATO

AUSCHWITZ BIRKENAU MEMORIALE AUSCHWITZ DORMITORI

 

Infine ecco la mia lista delle cose che rifarei e consiglierei assolutamente, ed un’altra lista delle cose che mi hanno un pò deluso. Attenzione per queste ultime, non significa che le sconsiglio, magari sono io che io non le ho vissute così come avrei immaginato.

 

COSA MI E’ PIACIUTO DI PIU’ DI CRACOVIA:

  • L’ESPERIENZA DI AUSCHWITZ, non si può dire che mi sia piaciuto, ma è stata l’esperienza più forte forse della mia vita, ciò che mi porterò più marchiato dentro di questi 4 giorni in Polonia

  • STREET FOOD E LO CYTAT CAFE’

  • L’ARTIGIANATO LOCALE

  • PIAZZA DEL MERCATO E D’INTORNI

 

COSA MI HA DELUSO DI CRACOVIA:

  • LE MINIERE DI SALE, mi aspettavo moooolto di più

  • LE SINAGOGHE DEL QUARTIERE EBRAICO


Voi avete mai visitato i dintorni di Cracovia? Cos’altro ci sarebbe da consigliare?

Vi aspetto nei commenti!


Ti potrebbe interessare LA CRACOVIA CHE NON TI ASPETTI: COSA VEDERE E COSA MANGIARE NELLA BELLA CITTA’ POLACCA


Seguimi se ti va su Instagram come eos.discovery, dove posto a tempo reale il nostro girovagare per il mondo!

ALLA PROSSIMA, VIAGGIATORI

 

EOSDISCOVERY

 

Booking.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *